La gonna lunga, un capo indispensabile nell’armadio

(Photo by Artem Bali, da Pexel)

Con il caldo di questi giorni non potevo non spendere una parola su un capo così femminile come la gonna lunga. Soprattutto per le irriducibili del pantalone, quelle che nonostante le temperature africane si ostinano a pensare che a loro la gonna non stia affatto bene. Invece no, care le mie lettrici! La gonna lunga è un capo che sta bene quasi a tutti i tipi di fisico, a condizione che si adottino alcuni accorgimenti. E oggi partirò proprio da chi ha un fisico a pera, con fianchi e cosce pronunciate, quelle che spesso sono convinte di potersi nascondere dentro a un paio di pantaloni. Niente di più sbagliato! La gonna lunga per voi è perfetta, perché evidenzia il vostro punto vita, così sottile. E scivola bene sul corpo, nella versione a ruota e in un tessuto leggero, senza segnare o costringere. Quindi, abbandonate i pantaloni e provate a indossarne una e a controllare allo specchio qual è la prima cosa che cattura la vostra attenzione. Sicuramente un sorriso, quando apprezzerete l’immagine riflessa della vostra femminilità e della vostra personalità, la parte migliore di voi, non di certo i difetti! Anche la donna con il fisico a clessidra può permettersi di indossare questo capo che evidenzia il vitino da vespa – beata lei! – specie se abbinata con top dalla linea sciancrata, modellati nei punti giusti. Per chi ha, invece, un fisico a colonna, questa gonna esalta ulteriormente le belle gambe lunghe, donando eleganza e grazia alla figura.

Ma quale modello di gonna lunga scegliere per ogni tipo di fisico? In effetti, la proposta è veramente ampia, di modelli se ne sono visti davvero tanti sulle passerelle. Plissé o diritta e con lo spacco, a ruota o con le balze, tagliata in sbieco, che è quella che io preferisco perché si adatta a diverse fisicità. In linea di massima, le arricciature e le pieghe sono più adatte a chi ha un fisico esile, mentre tagli in sbieco e svasature si adattano bene anche ai corpi  più formosi.

La fantasia della gonna lunga è un altro elemento da calibrare tenendo in considerazione il proprio aspetto fisico. La scelta di una stampa floreale di medie dimensioni è sempre ottima per tutte e attenersi alla regola generale che invita a scegliere la dimensione delle stampe in proporzione al fisico significa comunque evitare cadute di stile. Non sia mai che una watussa indossi una gonna lunga con fiori microscopici! Pensate all’effetto di questi minuscoli fiorellini moltiplicati su centimetri di stoffa! E vorrei anche ricordarvi che eleganza e classe vanno spesso a braccetto con disegni non troppo vistosi o sgargianti. A me piacciono particolarmente le fantasie cachemire, i colori pastello, le tonalità neutre della sabbia e della terra, perfette da abbinare con il bianco, uno dei colori più freschi e gettonati per l’estate.

 

La lunghezza della gonna deve sempre tenere conto anche dell’altezza di chi la indossa, il che significa che un fisico minuto dovrebbe orientarsi verso capi che coprano i piedi, rigorosamente inseriti in sandali con tacchi alti alti e optare per una gonna lunga nella stessa tonalità del top, per evitare che blocchi di colore diversi contribuiscano ulteriormente a spezzare e ad accorciare la figura. Se invece siete delle watusse, vale la regola contraria. Giocate sui blocchi di colore, spezzando le tonalità tra la parte superiore ed inferiore del vostro corpo. Inoltre, grazie alla vostra statura, potrete optare anche per la gonna di lunghezza media, quella che arriva sotto al ginocchio, a condizione che non abbiate i polpacci da calciatore. E terminare l’outfit con sandali piatti, in un perfetto stile boho, così attuale per le belle giornate estive.

Buon divertimento care lettrici!

 

Pagine che potrebbero interessarti:

Outfit estate

Elle, articolo sulle gonne estate 2018

Una risposta a “La gonna lunga, un capo indispensabile nell’armadio”

  1. carino!

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: