Il vestito corto che vorrai davvero indossare

Eccoci qua, a parlare dell’abito corto quando fuori si gela e abbiamo già fatto il giro di boa dei 40 e dei 50. Beh, se proprio credete che io stia esagerando, pensate alla bellissima Sharon Stone, che ha iniziato ad accorciare le gonne insieme con l’avanzare degli anni. L’abito corto deve appartenere al nostro armadio, entrare a far parte di quei capi un po’ speciali che ci fanno sentire belle ed attraenti. Naturalmente, purché sia un capo davvero unico e di classe e che valorizzi il nostro corpo. Seguitemi, quindi, nel mio piccolo vademecum!

vestito corto, modello ad uovo

Regola numero uno: non più di uno o due elementi vistosi nel look

Iniziamo dalla prima regola, quella che suggerisce di prestare attenzione al numero di elementi vistosi all’interno del look. Non dovrebbero mai superare una o due unità, per evitare di commettere scivoloni in fatto di classe e di stile. Conoscete il detto “Il troppo stroppia”? Per questa ragione, se scegliete un vestito corto, capo già importante di suo, dovreste evitare modelli troppo attillati e dimenticare le scollature da capogiro. Orientatevi, invece, verso capi dalle linee più morbide e con colli importanti, come quelli a fiocco, a barchetta, decorati con gioielli, cioè arricchiti con quei dettagli che riempiono gli occhi e sopperiscono ai centimetri di stoffa mancanti. E in fatto di lunghezze, non esagerate troppo!

Calze e scarpe con il vestito corto

Torna la regola sulla quantità anche nella scelta degli accessori da abbinare all’abito corto. Quindi, visto che con questo capo siamo già a quota uno, orientatevi verso elementi più sobri, come le calze coprenti ed eventualmente aggiungete le scarpe con il tacco, oppure, se amate le calze velate e le temperature lo consentono, indossatele con una scarpa meno aggressiva, come una Mary Jane con il tacco medio o la scarpa a punta con il tacco kitten. Ricordate sempre la formula matematica per le over 40, vestito corto + tacco a spillo + nude look = too much!

I modelli di vestiti corti per la donna over 40

Io adoro il vestito a sigaretta e nel mio armadio ne ho diversi, in varie tonalità. Ma la giusta lunghezza di questo capo che fascia il nostro corpo è al ginocchio o appena sopra, se volete ottenere il risultato della donna raffinata e di classe. Evitate, dopo i 40, l’abito a sigaretta che arriva a metà coscia, è davvero too much, anche se le vostre gambe sono perfette. Se proprio desiderate un modello più corto, orientatevi, allora, su modelli meno fascianti, come quello a trapezio, il taglio svasato, l’abito dalla forma a uovo.

Il vestito corto, a ognuna il suo

La donna pera è perfetta con il modello a trapezio, la donna mela gioca, con questo capo che evidenzia le sue gambe magre, l’asso nella manica, a condizione però, che scelga un modello diritto e in un tessuto che scivola fluido sul corpo e che accompagni l’outfit con un cardigan dal collo a scialle. La donna rettangolo, invece, può divertirsi con il modello a sigaretta e per ottenere un po’ di curve femminili, può scegliere il modello a uovo. La donna clessidra è perfetta con abiti stretti in vita e lunghi fino al ginocchio.

Buon divertimento, care lettrici!

Pagine che potrebbero interessarti:

Abiti da giorno per la mezza stagione

Lascia un commento

Grazie per aver visitato il blog! Vuoi ricevere gratuitamente la mia guida per comprendere quali colori meglio ti valorizzano? Clicca sul link, iscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornato sullo stile e sulla moda e controlla la tua casella di posta!

Thank you for visiting my blog! Do you want to receive my free guide on colour analyses to discover your best colours? Click on the link, subscribe to the newsletter and check your inbox. To keep updated on style and fashion!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: